Translate

giovedì 25 settembre 2014

Concerti per Corno (2) - Lezione: come funziona il corno (Barry Tuckwell)

Come suona il cornista
Ho cercato di farvi capire come funziona il Corno e quali e quante possibilità e difficoltà abbia. Ma sono certa di non essere stata nè molto chiara nè tantomeno esauriente. Siccome il corno abita in casa nostra, posso suggerirvi una "chicca" per comprendere il mondo di questo strumento così affascinante. Si tratta di un documentario (la cui visione è consigliata a ragazzi grandicelli e genitori, ma come sempre anche i più piccoli possono cogliere alcuni particolari e ascoltare tanta buona musica...) in cui un grandissimo cornista, a detta di alcuni il più grande di tutti, che si chiama Barry Tuckwell ed è australiano, spiega come si è evoluto il Corno dalla sua prima rudimentale forma a quella complessa di oggi; quali sono le differenze da un punto di vista tecnico e di repertorio nelle varie epoche; quali sono le tecniche utilizzate per "cambiare" suono, quali sono le difficoltà e i trucchi per superarle. Davvero una perla che può servire da lezione a chi volesse intraprendere lo studio di questo strumento, oppure può spiegare a chi non ne sa nulla che saper suonare uno strumento (e il corno in particolare) non è proprio una passeggiata...

Per i bambini la parte migliore è la IV, in cui c'è la messinscena teatrale di Mozart che insulta il suo amico cornista.

Barry Tuckwell in un CD Decca con musica di Mozart per Corno
1) PRIMA PARTE: in cui Tuckwell spiega l'origine del corno suonando un Corno animale, una Conchiglia e uno Sciofar (= corno d'ariete usato nei riti ebraici) che è l'antenato del Corno delle Alpi. Spiega cosa si intende per serie armonica e come più corto è il corno (es. il Corno da caccia inglese) e meno note si riescono a fare. Spiega che per suonare non basta soffiare nel bocchino, ma occorre fare vibrare le labbra (come per fare una pernacchia). Illustra il funzionamento dello splendido Corno da caccia francese che veniva "indossato" in spalla durante la caccia. E infine ci fa ascoltare un concerto di Telemann che tanto ha scritto per corno nel 1700... ma per un corno che aveva dei limiti....



2) SECONDA PARTE: in cui Tuckwell spiega come si sono "risolte" momentaneamente le problematiche del Corno francese da caccia con complicati sistemi di modifica della lunghezza del tubo... si arriva così a Mozart e ai suoi 4 Concerti per corno di cui Tuckwell ci fa sentire alcuni brani....



3) TERZA PARTE: in cui Tuckwell ci spiega come si usa la mano all'interno della campana, fino ad arrivare all'attuale Corno a pistoni che risolve tutti i passati problemi... ma resta assai difficile suonarlo!



4) QUARTA PARTE: in cui si racconta la storia dell'amicizia di Mozart con il cornista Lutgib che lui chiamava "l'asino" e in cui Tackwell mette in scena con l'aiuto di un attore, Mozart che suggerisce al suo amico come suonare e commenta le sue prodezze e i suoi errori: irresistibile!



Nessun commento: