Translate

martedì 25 novembre 2014

La Cenerentola (5): Arte e design, "Cenerentola una favola alla moda" e Aria di Cenerentola

Copertina del libro
Continuiamo ad approfondire il tema di Cenerentola e, a poco a poco, ad ascoltare alcuni dei momenti più celebri dell'opera rossiniana. Il libro da cui partiamo oggi è una rivitazione moderna della favola di Cenerentola con disegni d'autore: "Cenerentola una favola moderna", edizioni Corraini, 2013, di Steven Guarnaccia http://stevenguarnaccia.com (16 euro), illustratore e designer americano di fama mondiale. 

Abiti di Cenerentola "alla moda"
Nelle due pagine che precedono il testo, ci sono una serie di disegni di abiti, scarpe e tessuti d'autore: da Vivienne Westwood a Bueberry, da Prada a Yves Saint Laurent, da Dior a Salvatore Ferragamo... un'incursione nel mondo dell'alta moda, associato ad una favola tradizionale antica. In fondo l'alta moda, insieme all'opera lirica e alla cucina, è uno dei punti forti del nostro paese...

Disegni in mostra
Alla mostra di Bruno Munari, che abbiamo recentemente visitato a Parma, abbiamo scoperto questo autore e ci è piaciuto. Così ho pensato di proporvelo, visto il tema che stiamo trattando, La  Cenerentola di Gioachino Rossini. 
Disegni in mostra
Disegni in mostra

Alla mostra delle edizioni Corraini a Parma c'era una sala interamente dedicata ai disegni preparatori per questo libro.

Le sorellastre e Cenerentola con l'aspirapolvere
Cenerentola è una donna più "moderna" con i capelli corti e biondi e l'aspirapolvere al posto della scopa. 

Cenerentola e il mago padrino
Cenerentola non va alla festa a Palazzo del principe. Sentendo i suoi singhiozzi arriva... non la fatina, ma un mago padrino piuttosto buffo. Il mago fa le magie e Cenerentola, vestita di tutto punto e "alla moda" va alla festa in carrozza. 

Prova d'abito per Cenerentola
Cenerentola è la più bella e balla con il principe tutta notte. 

Il ballo di Cenerentola con il principe
A mezzanotte suona l'orologio e lei deve scappare perchè l'incantesimo svanisce. 

Il principe cercherà la donna misteriosa per tutto il regno, la troverà e la porterà nel suo castello. 

La ricerca del... piede giusto!
Per quanto riguarda la storia, poche variazioni... direi un incrocio tra la fatina e il rossiniano Alidoro... L'originalità di questo libro sta nei disegni e nell'elegante Edizione Corraini.

Per non lasciare un Post senza musica... ascoltiamo un'altro estratto dall'opera di Rossini: si tratta dell'Aria finale dell'opera, "Nacqui all'affanno... Non più mesta", tutta per la protagonista (l'unica dell'opera, che non a caso arriva alla fine...), Cenerentola, estremamente virtuosistica, che canta in pratica la morale della storia: il trionfo della bontà (la sua) sulla cattiveria delle sorelle. Una bontà talmente grande che sa perdonare anche tutte le meschinità... ve la propongo cantata da uno dei Mezzosoprano più famosi del mondo, che ha contribuito non poco con la sua bravura e la sua passione, a diffondere l'opera lirica. Cecilia Bartoli (nella foto sotto casa mia!)

Cecilia Bartoli parla con il mio vicino di casa

Oggi lavora prevalentemente all'estero, essendo anche direttrice del Festival di Salisburgo... ho avuto anche l'onore di incontrarla di persona ed è stata molto disponibile e gentile.



Per approfondire (per i più grandi): http://operaomniablog.blogspot.it/2013/01/la-cenerentola-20-non-piu-mesta.html

Nessun commento: