Translate

mercoledì 11 febbraio 2015

Marcia funebre per una marionetta (1) - Animazione in stop motion



XX piccolo viaggio musicale: dopo aver ascoltato l'Ave Maria di Gounod/Bach, era ovvio passare ad un brano composto dall'autore francese Charles Gounod. Tra le sue opere, la più adatta ai bambini è senz'altro questa: Marche funèbre d'une marionette (=Marcia funebre di una marionetta), un pezzo breve per pianoforte scritto nel 1872 per piano solo, poi orchestrato nel 1879. Era parte di una Suite, "Suite burlesque", che poi Gounod non completò. Tra gli strumenti utilizzati nell'orchestrazione ce n'è anche uno molto particolare: l'OFICLEIDE, il cui nome significa serpente a chiave ed è uno strumento a ottone che deriva dal più antico Serpentone, utilizzato anche nella Sinfonia fantastica di Hector Berlioz.

Famiglia di Oficleidi

La storia che la musica racconta ha 4 momenti principali:

1. La Marionetta è morta in un duello.
2. Inizia la processione per il funerale.
3. I partecipanti alla processione fanno una pausa con rinfresco. Poi tornano alla processione.
4. Ritorno a casa.

 Il brano è divenuto celebre grazie a Alfred Hitchcok e alla sua serie televisiva.


Questo delizioso cortometraggio utilizza la stessa tecnica d'animazione che abbiamo incontrato nel lungometraggio di Pierino e il lupo per bambini coraggiosi e nel Rigoletto di Purves: stop motion. 

Inizia con il ticchettio di un orologio a cucù e un  temporale... Appesa a fianco all'orologio, una marionetta; sulla sedia, un gatto nero; una mano con guanto bianco afferra un paio di forbici. La musica ha inizio. Le forbici recidono i 5 fili della marionetta appesa, che cade a terra... morta. Creature di fantasia, pupazzi di ogni tipo, accorrono a vedere il corpo che giace al suolo e a tratti pare rianimarsi, ma poi si mette in una bara... che viene chiusa da due avvoltoi che la portano via. Tutti si disperano. Fuori piove a dirotto. Viene aperto un "Pop-up Dictionary":  C come Cimitero... e si vedono i personaggi in un cimitero... il draghetto è un pastore... Processione a ritmo di musica. La bara viene interrata. "Beloved Puppet" si legge sulla lapide... il Pop-up Dictionary viene chiuso. Si torna nella stanza iniziale. Poi ancora nel dizionario... e tutto svanisce.

L'autore si chiama Eric Fonseca.  I ringraziamenti alla fine dei titoli di coda sono per mamma e papà.

Io lo trovo delizioso. Giacomo per la verità ne è rimasto terrorizzato... "Non voglio sognare la marionetta!" mi ha detto ieri sera prima di andare a dormire...

Nessun commento: