Translate

mercoledì 11 marzo 2015

PVM sul palco: Nonna Bigia in Auditorium, lo spettacolo

Il Coro di voci bianche Parmigianino-Conservatorio
Seconda giornata, 10 marzo 2015

Per la prima giornata vedi: http://piccoliviaggimusicali.blogspot.it/2015/03/piccolo-viaggio-musicale-reale-nonna.html

Per trama e commento alla Favola musicale vedi: Nonna Bigia in bicicletta...

Si comincia presto questa mattina, alle 8.30:  prove e spettacolo di "Nonna Bigia in bicicletta, un cane, una gatta matta", la favola musicale di Tommaso Ziliani . Stessi protagonisti di ieri, ma tutti con i jeans e una maglietta o una camicia bianca: l'effetto è bellissimo! Basta davvero poco per trasformare un "disordinato" insieme di ragazzi (seppur disciplinati) in un Coro di Voci bianche elegante e professionale. Nulla da invidiare ai fanciulli cantori tedeschi o inglesi...

I ragazzi in file perfette
Avvicinandosi il grande momento dell'esibizione con il pubblico in sala, anche il comportamento dei ragazzi è evidentemente più posato e composto: tutti entrano sul palco in file perfette e si posizionano "guardandosi i piedi" per stare bene in linea. Nessuno che chiacchiera e tutti che cercano di muoversi il meno possibile. Dovete pensare che per ragazzi di età compresa tra i 9 e i 13 anni stare fermi in piedi per 2 ore di fila non è facile. Non perchè non abbiano le energie per farlo... ne hanno di certo più di noi, ma è l'impegno mentale che è notevole.

Le prove hanno inizio
Cominciano le prove, che io ho documentato con una serie di video che sono stata costretta ad oscurare per rispetto della legge sulla Privacy. Purtroppo per motivi di spazio e di durata ho tagliato gli interventi del narratore e non sono riuscita a riprendere l'intera opera. Ho alcuni video più completi su una macchina fotografica e conto di riuscire a inserirli in un secondo momento in questo Post, ma per ora le mie abilità informatiche sono insufficienti... dovrò chiedere aiuto a qualcuno.

Intanto accontentatevi di questi tre, che vanno ad aggiungersi ai tanti delle prove di ieri. La differenza, come sentirete, è nella presenza dei 5 strumentisti: un flauto, un violino, un clarinetto, un violoncello e la batteria.

Nascosto e segreto






Tra le prove e lo spettacolo i ragazzi hanno avuto un quarto d'ora di pausa per sgranchisrsi le gambe, chiacchierare tra loro, bere un po' d'acqua... merenda no! La merenda è programmata dopo lo spettacolo per tutti.

Ragazze a riposo
La bellissima sala dell'Auditorium vista dal Palco
Mentre la magnifica sala dell'Auditorium del Carmine (leggi qui per informazioni sull'Auditorium, ex chiesa e convento: http://www.conservatorio.pr.it/auditorium-del-carmine/) si riempiva di studenti delle scuole di Parma (alla fine non ci sarà un posto vuoto!), i ragazzi del Coro aspettavano dietro il palcoscenico, per entrare in fila come hanno provato a fare il giorno prima e la mattina.

I ragazzi del Coro pronti a uscire "in scena"

Lo spettacolo è andato alla grande; i bambini del pubblico sono stati bravissimi, attenti e rapiti da questa storia dal sapore antico sia per la poeticità del testo, per la sua leggerezza e "lentezza" descrittiva che non si ritrovano più nei racconti moderni; sia per la musica di Ziliani, che a tratti ricorda il colore dei canti antichi pur nella moderna atonalità della melodia. 

Gli applausi hanno premiato i protagonisti dello spettacolo. Antonio e Maria Vittoria sono usciti raggianti e soddisfatti, anche se sicuramente stanchi. Sono stati premiati con un bel gelato e un libro. 

Spero che nelle scuole i ragazzi rielaborino i contenuti e realizzino dei lavori a tema. Mi piacerebbe ricevere le loro impressioni e creare un Post con tutti i loro elaborati, siano essi piccoli temi, disegni, impressioni, poesie...

1 commento:

Mamma di Cico ha detto...

Che fatica dopo la "prima", vero?!?
Certi momenti restano indelebili... Non dimenticherò mai il primo cineforum...