Translate

giovedì 21 maggio 2015

PVM in prova: Concerto per la Pace

Prove in Sala Verdi Conservatorio Arrigo Boito, Parma
Sabato 23 maggio alle ore 21.00 nella Chiesa di San Vitale a Parma (Viale della Repubblica, 3) si terrà un concerto aperto al pubblico che coinvolgerà la classe di Canto Corale di Antonio, guidata dal Mestro Tommaso Ziliani (Conservatorio di Parma), la Symphonic Wind Band del Conservatorio di Parma (diretta dal Maestro Andrea Saba) e altre due formazioni corali che verranno a Parma da Brescia: il Coro Labirinto e Il Coro S. Giulia Paitone. Il soprano solista sarà Han Maru (impegnata nel brano di Lopez).

Locandina dell'evento
Raccontiamo qui qualcosa delle prove che si stanno tenendo in Aula 22 e in Sala Verdi del Conservatorio di Parma. I ragazzi dimostrano grande impegno. Le prove durano due ore e mezza e per alcuni di loro (che hanno dai 9 ai 12 anni), l'impegno è sicuramente importante. Ma la soddisfazione immensa e Antonio esce dalla sala prove con un bel sorriso stampato sul viso. A riprova che chi mi dice "poverino" quando racconto dei suoi impegni musicali, si sbaglia... poverino non è, anzi! Ringrazio chi lo ha accolto in Conservatorio fuori età e mi auguro che queste possibilità si continuino a dare anche ai bambini e che i Conservatori non si trasformino esclusivamente in Università, altrimenti i ragazzi più giovani che amano la musica sarebbero abbandonati ed esclusi da una formazione musicale completa e seria.

Il meraviglioso chiostro del Conservatorio
Già solo entrare in Conservatorio mette di buon umore. Si respira ancora un'aria positiva, si incontrano ragazzi che amano quello che fanno e sanno dedicarsi anima e corpo alla loro passione. Rarità di questi tempi. Inoltre, il Conservatorio è bello anche come luogo e la bellezza giova sempre allo spirito.
Un ragazzo con il suo Sax
La Symphonic Wind Band del Conservatorio di Parma è diretta dal Maestro Andrea Saba, mentre le formazioni corali sono preparate dal Maestro Tommaso Ziliani.

Una ragazza monta il suo fagotto
Il concerto reca questo titolo: Concerto per la pace: 23 maggio 1915 - 23 maggio 2015... cento anni sono passati dalla Prima Guerra Mondiale.

Momenti d'attesa in Sala Verdi
Prima di andare ad ascoltare il concerto e raccontarlo sul blog, in questo Post presenterò i brani che verranno eseguiti, in modo che chi verrà ad ascoltarli, arriverà "preparato" al meglio e potrà godersi lo spettacolo pienamente.

1.   'Thou Knowest, Lord, the Secrets of Our Hearts' dal 1695 Funeral Anthem of Queen Mary di Henry Purcell (1659 - 1695)

Purcell compose il Funeral Anthem, il cui testo è basato sul Book of Common Prayer (1662) e sul Order for the Burial of the Dead, per il funerale della Regina Mary II.

Lo stesso brano fu eseguito in Westminster Abbey—dove Purcell and Mary II sono sepolti — ai funerali di Lady Diana, Princess of Wales.

" Thou knowest, Lord, the secrets of our hearts;
shut not thy merciful ears unto our pray'rs;
but spare us, Lord most holy, O God most mighty.

O holy and most merciful Saviour,
thou most worthy Judge eternal,
suffer us not, at our last hour,
for any pains of death, to fall from thee.

Amen. "




2. Requiem di Giacomo Puccini (1858 - 1924). 
"Il 27 gennaio 1901 Giuseppe Verdi si spegneva a Milano. Quattro anni dopo, il 14 gennaio 1905, Giacomo Puccini dedicava alla memoria del Maestro di Busseto il Requiem a 3 voci, viola e organo. Puccini poco frequentò durante il suo magistero compositivo il genere vocale sacro, ma nonostante questo la critica ha spesso sottolineato come Puccini abbia saputo in questo genere dimostrare doti non comuni di melodista, una solida preparazione e una felice capacità di adesione alla forma sacra, tralasciando esasperazioni drammatiche e rifacendosi alle proporzioni e al clima di questo genere musicale, mirando ad un'adesione retorica alla situazione descritta." (dalla partitura del Requiem, nota dell'editore). 

Fu eseguito per la prima volta dal coro del Teatro alla Scala nella Cappella della Casa di Riposo che volle Giuseppe Verdi e ove oggi il Maestro è sepolto. 

"Requiem aeternam
dona eis, Domine,
et Lux perpetua
luceat eis.
Requiescant in pace.
Amen."





3. Vierge Marie di Francis Lopez (1928 - 2007)- Zandonà. Ascolta Vierge Marie

"Vierge Marie mon coeur s'ouvre a toi
je t'en supplie e coute ma voix.
Et si j'oublie les mots d'autre fois, 
Vierge Marie pardonne moi!
Toi qui, tou-jour dans leur en fance,
Toi qui tous-jours le protegeant, 
sur leur bonheur, sur leur entente,
Madona mia, baisse les yeux,
ils mettent entoi leur esperance,
Ah ne les oublie pas
Reine des cieux.
Vierge Marie en qui ils ont foi,
Vierge Marie, reponds a ma voix!"


 4. Missa Brevis di Jacob de Haan (1959).


LA MISSA BREVIS DI JACOB DE HAAN



5. Uomo del mio tempo da "Giorno dopo giorno" di Salvatore Quasimodo di Michele Grassani (1993)
Michele Grassani è un ragazzo che studia in Conservatorio e suona il Sax. Complimenti!


Uomo del mio tempo
 
Sei ancora quello della pietra e della fionda,
uomo del mio tempo. Eri nella carlinga,
con le ali maligne, le meridiane di morte,
t’ho visto – dentro il carro di fuoco, alle forche,
alle ruote di tortura. T’ho visto: eri tu,
con la tua scienza esatta persuasa allo sterminio,
senza amore, senza Cristo. Hai ucciso ancora,
come sempre, come uccisero i padri, come uccisero
gli animali che ti videro per la prima volta.
E questo sangue odora come nel giorno
Quando il fratello disse all’altro fratello:
«Andiamo ai campi». E quell’eco fredda, tenace,
è giunta fino a te, dentro la tua giornata.
Dimenticate, o figli, le nuvole di sangue
Salite dalla terra, dimenticate i padri:
le loro tombe affondano nella cenere,
gli uccelli neri, il vento, coprono il loro cuore.

Parafrasi: Uomo del mio tempo, sei rimasto l'uomo del passato, colui che cacciava con la fionda e con le pietre. Ti ho visto, nell'aeroplano, con le ali cariche di bombe, nel carro armato, al patibolo e alle ruote di tortura. Si eri tu, con il tuo credo dedicato allo sterminio, senza amore e senza pietà. Tu hai ucciso come fecero i nostri antenati. Il sangue ha lo stesso sapore e odore del sangue del tradimento di Caino e Abele, quando l'uno uccise l'altro nei campi. E quella frase di tradimento, "Andiamo nei campi", giunge fino a te, fino alla tua giornata. Esorto i figli del nostro tempo a dimenticare le battaglie, le guerre combattute dai nostri predecessori. Le loro tombe sono abbandonate e disperse nella cenere, e gli uccelli neri e il vento volano via.

Qui a seguire un pezzettino delle prove che ho "rubato" con il cellulare...


2 commenti:

Stefania ha detto...

È proprio vero, la musica, come anche la letteratura ed il teatro, affina lo spirito e tira fuori dai ragazzi il meglio di loro. Avanti tutta, con questa meravigliosa passione! Noi non mancheremo al concerto :)

Erica Dalmartello ha detto...

Grazie! Ci vediamo al Concerto allora!