Translate

domenica 28 giugno 2015

Piccolo viaggio musicale reale: a Piacenza in Trio


I protagonisti del saggio
Esperienza conclusiva a coronamento di un anno pieno di musica e soddisfazioni. Grazie alla Professoressa Stefania Carrani, che da anni si dedica con impegno e passione all'insegnamento del violino con particolare attenzione ai più piccoli, Antonio (allievo della Professoressa Elisabetta Ghidini) ha preso parte al saggio finale della classe di violino della Prof.ssa, come pianista, in una serie di Trii, insieme a Susanna, una ragazza che studia violoncello, allieva della Professoressa Maria Rosaria Falovo.

Francesca, Prof.ssa Carrani, Antonio e Susanna
Le violiniste protagoniste sono: Maria, Sara (II media) e il trio di amiche di Antonio: Benedetta (Benny), Francesca e Manuela (Manu) tutte classe 2005 (IV elementare!). 

Le prove finali sono state effettuate tutti i pomeriggi della settimana appena passata. Bellissimo per questi bambini fare amicizia attraverso la musica. Trovarsi con la stessa passione e con lo stesso impegno. Capire l'uno dell'altro la fatica che c'è dietro ogni nota. Fatica ripagata dalla gioia del risultato finale. Suonare insieme significa imparare ad ascoltarsi, ad essere precisi, a sentirsi parte di un tutto, ad aiutarsi reciprocamente nei momenti di difficoltà.


Questa opportunità è davvero unica: non è facile trovre insegnanti che abbiano la voglia, la pazienza e l'interesse di "spendersi" per fare fare ai bambini questo tipo di esperienze. Un grazie speciale va alla Professoressa Stefania Carrani, ma anche al Direttore del Conservatorio Nicolini di Piacenza, Prof. Missaglia, che appoggia con entusiasmo questa iniziativa, concede spazi e non da ultimo ospita Antonio che, non dimentichiamolo, proviene da un altro Conservatorio, dove queste cose al di fuori del Corso istituzionale di Pianoforte non accadono, purtroppo. 

Benny, Francesca e Manu sono cresciute rispetto allo scorso anno, hanno cambiato la misura del loro strumento (da 1/4 a 1/2), hanno acquisito maggior sicurezza, migliore intonazione, musicalitò, senso ritmico. Sono già delle piccole violiniste, con davanti una strada lunga e impegnativa ma piena di soddisfazioni. 





Susanna, la violoncellista, si è prestata a dare il suo contributo i tutti i brani in programma con serietà e simpatia e un suono molto belo.


Antonio ha finalmente fatto musica insieme ad amiche e vederlo felice è stata la cosa più bella della settimana. 





Le mamme si sono confrontate, condividendo gioie e "dolori". Mamme e papà che comunque, anche a volte commettendo errori, si dedicano ai propri figli con tutto l'amore possibile. Mamme che ci sono, anche nella vita musicale. Perchè la musica può essere anche qualcosa che aiuta a mantenere unita una famiglia. Non certo qualcosa che la divide. Ovviamente, questo non vuol dire che mamma e papà debbano "invadere" lo spazio di confronto tra insegnante e allievo. Sarebbe sbagliato. Ma fuori dall'aula un confronto pare opportuno e necessario, soprattutto quando l'allievo è UNDER 10!



Questo il programma: 

1. Franz Joseph Haydn, Minuetto e Trio - Violini: Maria e Sara, Violoncello: Susanna.
2. Georg Fryedrich Händel, Marcia - Violini: Sara e Maria, Violoncello: Susanna.

3. Robert Schumann, Valzer - Violino: Benedetta, Violoncello: Susanna, Pianoforte: Antonio.
4. Franz Schubert, Kindermarsch - Violino: Francesca, Violoncello: Susanna, Pianoforte: Antonio.
5. Carl Maria von Weber, Terzettino - Violino: Manuela Violoncello: Susanna, Pianoforte: Antonio.

 6. Frederic Chopin, Valzer op. 70 n. 2 - Pianoforte: Antonio. 

Un programma molto bello, tutti brani di grandi autori, affrontati con cura e attenzione ad ogni nota. 



IL DOPO SAGGIO: PIACENZA BRICKS.

Dopo tanto impegno occorre un programma di svago. Qual è il gioco più bello per bambini? I LEGO! Che coniugano creatività, fantasia, progettualità, collaborazione, arte, pazienza... e a Piacenza, in Piazza Cavalli, c'è oggi una esposizione di collezionisti che è un vero spettacolo!

Piazza Cavalli e lo spazio-gioco LEGO
Sotto i portici lunghissimi tavoli su cui appassionati dei LEGO hanno costruito un'intera città (LEGO CITY), mezzi di trasporto, scenari da film (LEGO STAR WARS)... trenini elettrici Lego che girano su binari che attraversano palazzi e centri commerciali.





Un omino LEGO gigante che troneggia all'ingresso dello spazio dedicato al gioco.




Una tigre LEGO gigante... quanta pazienza! 


E c'è anche la LEGO IKEA! 


Grazie alla Prof.ssa Carrani, che ci ha dato questa bella opportunità in un momento molto delicato per Antonio, che il prossimo anno si ritroverà senza insegnante a causa del pensionamento della sua Maestra e in cui pare impresa ardua trovare un degno sostituto, perchè pare troppo complicato assumersi la responsabilità di seguire un bambino, che bambino deve comunque restare, e in quanto bambino ha anche dei genitori al seguito con i quali l'insegnante deve relazionarsi.

La Prof.ssa Stefania Carrani

Nessun commento: