Translate

lunedì 27 luglio 2015

Libro di lettura: Il Barbiere di Siviglia (Scala)

Copertina del libro
Il Teatro alla Scala ci aveva già provato a coinvolgere i bambini alla scoperta dell'opera lirica. Sono stati pubblicati una serie di "tentativi" che poi non hanno avuto, evidentemente, il successo sperato. Ma io sono andata a cercarli e li proporrò tutti. Abbiamo già letto insieme il libro Bambini, andiamo alla Scala . Questo si intitola semplicemente "Il barbiere di Siviglia", edito sempre da Archinto per il Teatro alla Scala nel 2002, la storia dell'opera di Rossini è raccontata da Anna Parravicini e illustrata da Sandra Bersanetti. Euro 12 (ma introvabile). Lo potete prendere in prestito alla Biblioteca di Alice di Parma richiedendolo all'ingresso. 


"Forse pochi sanno che Figaro è un personaggio nato dalla fantasia di un autore di teatro, il francese Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais"....

Rosina e Don Bartolo
Nella piazza più bella di Siviglia c'è la casa di Rosina. Giovane  e avvenente, la fanciulla possiede una ricca dote e il vecchio Bartolo, suo tutore, vorrebbe sposarla. Gelosissimo, il vecchio controlla igni suo gesto: Rosina non può neppure affacciarsi al balcone.
È notte e sotto la finestra di Rosina arriva Fiorello, seguito da alcuni suonatori e dal suo padrone, il Conte d'Almaviva. Il Conte ha deciso di cantare una serenata per avvicinare e conquistare Rosina.



La canzone è molto bella. Rosina però non compare. Alla fine, il Conte manda via Fiorello e i musicisti. Si nasconde e resta in attesa nella speranza che Rosina esca. Si odono dei passi... qualcuno sta arrivando: chi mai sarà?

La serenata del Conte con i musicisti
 Ma è Figaro! Il Barbiere di Siviglia che va ad aprire bottega. Almaviva lo riconosce: un tempo è stato un suo servitore. Ascolta: Cavatina di Figaro


Rosina intanto si è finalmente affacciata al balcone. Ha lasciato cadere un foglio e Don Bartolo, insospettito, esce di casa per recuperarlo, ma il Conte è più veloce e lo raccoglie prima che lui arrivi.


"Le vostre premure mi hanno incuriosita. Il mio tutore sta per uscire di casa... fatemi sapere chi siete e quali sono le vostre intenzioni. Io non posso affacciarmi al balcone a causa del mio tutore tiranno, ma sono disposta a fare di tutto per rompere le sue catene. La sventurata Rosina."
"Che razza di uomo è questo tutore?" chiede il conte. Don Bartolo è un vecchio sospettoso, avido e geloso che vuole accapararsi della dote di Rosina sposandola. Il conte è allarmato: la fanciulla che ama è in pericolo e occorre intervenire. Egli però vuole essere sicuro di essere ricambiato da un amore disinteressato e decide quindi di non rivelarle la sua vera identità; rivolgendosi a Rosina con una nuova serenata: Se il mio nome...
le dice di chiamarsi Lindoro e di non possedere nè ricchezze nè tesori. Subito dopo promette a Figaro una bella ricompensa in cambio del suo aiuto. Figaro suggerisce ad Almaviva di travestirsi da soldato e di presentare al tutore  un falso permesso di alloggio per potere entrare in casa.


Mentre Don Basilio, maestro di musica di Rosina, rivela a Bartolo che il Conte d'Almaviva è in città ed è innamorato di Rosina, Figaro riceve da Rosina una lettera d'amore per Lindoro. Il Conte si presenta travestito da soldato e si finge anche ubriaco e si diverte a prendersi gioco di Don Bartolo. 


Bartolo però scopre l'inganno e ne nasce una chiassosa baruffa per cui intervengono perfino le forze dell'ordine, che, riconosciuto il Conte, lo lasciano andare.


Bartolo si stava ancora chiedendo chi fosse il soldato. Bussano alla porta: Don Alonso, ancora il conte travestito da sostituto di Don Basilio, che dice di essere malato, poveraccio! (malato senza nemmeno saperlo! E questo scatenerà degli equivoci esilaranti). 
La lezione di musica diventa occasione per stare vicini per i due innamorati. Rosina, ovvviamente, riconosce subito il conte nei suoi buffi travestimenti. 


Mentre sta facendo la barba a Bartolo, Figaro con un pretesto si fa consegnare le chiavi di casa e poi sfila dal mazzo quella che apre la finestra sul balcone. A rovinare tutto, giunge Don Basilio, totalmente ignaro di ogni cosa, anche d'essere malato! Tuttavia riescono tutti a liberarsi di lui facendogli credere d'essere davvero malato: Buona sera...
Intanto il Conte prende accordi con Rosina per la fuga...


Don Bartolo si fa sospettoso e vuole accelerare le nozze. Inoltre, racconta a Rosina che è lei vittima di una trappola del Conte d'Almaviva (lei non sa che è la stessa persona... crede sia un altro, non il suo Lindoro!). A questo punto Rosina accetta le nozze con Bartolo. 
Quella notte, scoppia un temporale. 


 Arrivano a "rapire" Rosina Figaro e il Conte. Ma Rosina non ne vuole sapere di seguirli perchè pensa d'essere ingannata. Il Conte è costretto a rivelare la sua vera identità e così Rosina torna dalla sua parte... ma nel frattempo la scala che serviva per fuggire è stata portata via! Ma alla fine il notaio, giunto per celebrare le nozze tra Rosina e Bartolo, accetta di celebrarle tra Rosina e il Conte e tutto va a posto. Inoltre, per far contento anche Bartolo, Rosina rinuncia alla sua dote e Bartolo si rassegna senza essere troppo triste!


E per finire in bellezza: ecco Giacomo che si è travestito da Conte d'Almaviva:

Giacomo Conte d'Almaviva!

Nessun commento: