Translate

giovedì 27 agosto 2015

DOCUMENTARIO: Dall'abete al violino, il lavoro del LIUTAIO

Antonio cammina in un bosco ricco di Abeti... potenziali violini!
Questo Post nasce dalla segnalazione on line tramite FB di un'amante della musica, Virginia Torna Agnoletti, che, come noi, cerca di diffondere cultura musicale tra i giovani, scontrandosi poi con il problema dei costi e delle difficoltà di far capire che la cultura musicale è cultura come Italiano, Matematica, Storia, Geografia... proprio in questi giorni sto leggendo un libro (non vi anticipo nulla perchè sarà a breve nel blog!) in cui si legge di sorprendenti studi effettuati sul cervello dei musicisti: come può ancora la musica non fare parte dell'educazione di base fin dalla scuola materna? Misteri del sistema educativo italiano... 

Questo filmato avrei potuto associarlo al Post dedicato al libro Il violino del Signor Stradivari 
che vi suggerisco di rileggere, perchè parla di come nasce un violino, quale e quanto lavoro sta dietro alla costruzione di uno strumento.  

Anche Giacomo cammina tra potenziali violini!
L'autrice mi ha scritto queste parole che devono far riflettere: "Io non sono una musicista, o una regista, ma un tecnico luci con facoltà d'elettricista. Per mia scelta sono voluta rimanere a vivere in Toscana, pertanto la cosa più consueta che mi capitava prima della legge Ronchey, era il documentario d'arte. Quindi nel 1997 fui chiamata a lavorare in una troupe americana per un documentario filmato in pellicola, tutto svolto all'interno del teatro comunale di Firenze. Progetto Turandot. In quell'occasione mi sono resa conto di quanto fossi lontana dal mondo dell'opera e del teatro, tuttavia questa esperienza mi piacque molto! Ascoltavo già delle opere di Rossini, Mozart, Bach..., ma sentivo la falla che dentro di me c'era. Io ero quello spettatore che applaude quando invece l'orchestra fa una pausa musicale, perchè non era educato a capire il linguaggio gestuale del maestro. Il cinema, la tv, la pubblicità sono mondi profondamente diversi tra loro e rispetto al teatro anche se sono parenti, ma vedi te che se un regista conosce la storia della musica, sa fare meglio il suo mestiere in tutto il parentado.
Però la mia domanda fu: - Quali occasioni ho avuto per avvicinarmi al mondo della musica, a parte l'ora di musica che veniva data alle medie con il "piffero di plastica" che ci facevano comprare? -  da un'indagine, nel 2000 anno in cui mi cimentai nella puntata pilota, risultò che l'educazione musicale veniva ripartita in 2 ore settimanali. Le scuole con didattica sperimentale potevano arrivare a 3 ore di insegnamento, ma nelle famiglie dove nessuno suona uno strumento, la scuola dell'obbligo è l'unico momento in cui un ragazzo/a si avvicina all'educazione musicale.

Ecco! sulla base di questa domanda ho sviluppato l'idea di piccoli filmati che trattino tutti gli argomenti inerenti alla musica e al suo mondo, per dare modo a un docente di spiegare con parole proprie un'argomento, una professione, una spiegazione di dinamica del suono tramite delle animazioni, così da poter illustrare meglio la materia trattata, che ad oggi viene insegnata spesso con dei libri di testo obbligatori, e poco altro. Questi filmati potrebbero essere un valido supporto ai docenti, impegnando 10minuti della loro ora di lezione e lasciando 40 minuti per lo svolgimento della lezione. Il video del liutaio ha anche un piccolo testo guida per gli insegnanti, ma se ben raccontati per immagini, i filmati non hanno bisogno di molte informazioni".

Non posso che essere d'accordo al 100% con quanto mi scrive Virginia. Il mio blog nasce dalle stesse motivazioni, sfruttando in più qualche conoscenza musicale personale derivante dai miei studi post-laurea (avevo intrapreso una laurea specialistica in musicologia non terminata causa gravidanza...), un marito musicista da più di 40 anni e un figlio aspirante tale da 3 e dotato di orecchio assoluto... e così vi ho anticipato il tema del prossimo Post! 

Intanto guardatevi questo filmato, illuminante su come nasce un violino... nell'attesa di andare a visitare (prestissimo!) il Museo a Cremona! 

Anche io vorrei che il mio Blog, anzichè essere letto e apprezzato "solo" da musicisti che ne sanno molto più di me (sono felice di avere tra i miei lettori molti musicisti, ma ovviamente per loro il mio Blog è intrattenimento!), fosse utilizzato da insegnanti di scuola, come supporto didattico per lezioni e approfondimenti musicali.


musicando di virginia-torna-agnoletti

1 commento:

numero verde mediaset premium ha detto...

Grazie per le post
Mi piace molto el blog
bellissimo!
Baccio