Translate

martedì 5 gennaio 2016

L'ADAGIO di Albinoni: Animazione russa

Un immagine del cartoon
Cominciamo il 2016 con un brano tra i più famosi di tutta la musica classica: l'Adagio in Sol minore di Tommaso Albinoni (?) (1671-1751). In realtà, pare che questo celebre Adagio, utilizzato in tantissimi film e riscritto in mille versioni, sia opera del musicologo Remo Giazotto. Nel 1958 Giazotto dichiarò di aver scritto l'Adagio basandosi su manoscritti inediti di Albinoni, conservati nella biblioteca di Dresda. Ma pare che i manoscritti non siano mai stati pervenuti...e che quindi l'opera sia effettivamente di Remo Giazotto e non di Albinoni. In ogni caso si tratta di un brano celeberrimo e vedremo isieme varie versioni e utilizzi di questo Adagio, partendo da questo interessante filmato di animazione russa, diretto da Ferry Bardin nel 2000. Interessante e originale, mette in marcia figure di carta, ORIGAMI. Ci sono voluti 9 mesi per fare questi 10 minuti di film. Sono figure metà uccelli, metà umane. La storia è basata su un racconto del russo Gorky: un uomo, Danko, che guida altri uomini attraverso il buio e l'oscurità crecando di far loro vedere la luce. Si sacrificherà per loro strappandosi il cuore dal petto. Perrchè Danko aveva un cuore fatto di fuoco e luce. Ma nessuno si accorgerà del sacrifico di Danko, il suo cuore continuerà a bruciare, finché solo un uomo, l'unico che si accorge di lui, non spegnerà la fiamma. Molto triste... del resto sfido chiunque a trovare qualcosa di allegro in questa musica così struggente.

Nessun commento: