Translate

martedì 23 febbraio 2016

PVM alla Famiglia Piacentina: Crescendo... con la musica

Locandina dell'evento
Al Conservatorio di Piacenza c'è un'insegnante di violino, la Professoressa Stefania Carrani, che ha deciso di dedicarsi quasi interamente ai più piccoli. Ha iniziato con due o tre bambine di 6 anni e ora ha messo in piedi un'intera orchestra di violini (con qualche aggiunta di violoncelli "in prestito" e a volte un pianista in trasferta da Parma), tutti di 10 o 11 anni al massimo (prestiti compresi). Già l'idea è lodevole. Infatti, si sa, insegnare ai grandi è sicuramente più facile, più riposante... ci sono insegnanti in Conservatorio che si rifiutano di prendere allievi dei primi anni. Un'assurdità a pensarci bene... perchè la formazione di base è la più importante: sono le fondamenta per far crescere un musicista. 

Il pianista in trasferta davanti all'ingresso della sala
La Prof.ssa Carrani ci crede, lo fa con passione, ci dedica tempo extra rispetto a quello che le spetta "da contratto"... tempo, ovviamente retribuito solo dalla soddisfazione dei risultati ottenuti. I ragazzini si divertono, dimostrano impegno e serietà, di anno in anno migliorano e si è ormai creato un gruppo affiatato anche di genitori al seguito che la Prof.ssa Carrani "sopporta" e "supporta" con grande savoir faire.

Il II trio: Antonio, Francesca, Edoardo
Sabato 20 febbraio, alle 16, i suoi ragazzi (i piccoli dell'Orchestra Junior e i più grandicelli), sono ospiti da protagonisti alla Famiglia Piasinteina nel centro di Piacenza (http://famigliapiasinteina.com/), per un concerto a favore della Ricerca Oncologica Piacentina... un fine nobile che aggiunge prestigio all'appuntamento. 

"La Famiglia Piasinteina ha come compito quello di esaltare i meriti, le opere e le virtù dei migliori concittadini, di mantenere vive e sane le tradizioni e i ricordi del nostro passato, di rendere più stretti i vincoli di solidarietà e di benevolenza fra i cittadini tutti".

L'Orchestra Junior schierata
La sala è piena: amici, parenti e medici con famiglie al seguito. La padrona di casa presenta i ragazzi con semplicità e simpatia. L'atmosfera è amichevole e rilassata: quella giusta per un concerto di bambini. Comincia un duo di violini, formato da Maria e Sara, che eseguono un brano di Haydn, Minuetto e Trio,  e uno di Händel, Marcia


Tocca ai Trii: Antonio, al pianoforte, Edoardo al violoncello e poi tre fanciulle che si alternano con il loro violino: Benny, Francesca e Manu. Trio collaudato, già da due anni, che dà prova di solidità. Tutti e tre i pezzi, di Schumann, Schubert e von Weber, vengono eseguiti senza esitazioni dai tre piccoli musicisti.  Nel video, Benny nel Valzer di Schumann:




Un po' di gloria anche per il pianista: Antonio si esibisce in un "PIANOSOLO" con una splendida Sonata di Schumann scritta per i bambini: la Kindersonate op. 118a in 4 movimenti: Allegro, Tema con variazioni, Ninna nanna della bambola, Rondoletto. Peccato che la coda del pianoforte sia stata tagliata da qualcuno... ma tutto il pubblico, e anche Antonio, l'ha immaginata con la fantasia, forse un giorno magicamente comparirà. Antonio raccoglie i complimenti di un pianista in sala, Alessandro, e di questo è senz'altro lusingato.

Dopo di lui, il sempre simpatico ingresso dei "magnifici 12" della Junior, che sicuramente suonano meglio di come si posizionano davanti ai leggii. Quando tutti hanno trovato la loro postazione e le loro pagine, la Prof.ssa Carrani dà loro l'attacco, ma poi li lascia soli: e i ragazzi se la cavano alla grande, a parte qualche difetto di intonazione, comprensibile e ammesso alla loro età. Non è mica facile mettere il ditino al punto giusto! Basta un nulla che il suono cala o cresce e il pubblico che non lo sa... ora lo saprà! e capirà meglio le difficoltà oggettive contro cui ogni giorno combattono (e vincono con tenacia) i ragazzi del violino. 


I piccoli dell'orchestra, tra i quali rientrano anche i solisti dei trii e del duo, sono: Riccardo, Mattia, Maria, Francesca, Matilde, Benedetta (Benny), Manuela (Manu), Virginia, Sara, Davide ai violini e Edoardo e Filippo ai violoncelli. Suonano un Minuetto di Bach, l'Allegro da Water Music di Händel e un Allegro di Mozart (brano originale per pianoforte scritto da Mozart a 7 anni). 


L'applauso è sentito e i bambini sono felici, la gioia di suonare insieme è stata conquistata. 

Dopo di loro, il gran finale con i più grandi: Caterina e Rachele come soliste e Caterina, Alice, Cecilia, Beatrice, Allegra, Sarah e Silvia ai violini; Giulia alla viola e Lorenzo e Susanna ai violoncelli: ci suonano il Concerto per due violini ed Archi in la minore di Antonio Vivaldi, un bellissimo brano, suonato con consapevolezza da parte degli studenti della Prof.ssa Carrani. 

Poi... merenda per tutti con ottime torte!

Qui per vedere le esperienze passate dell?orchestra Junior e dei Trii:
Open Day
Trii Giugno 2016

L'Orchestra Senior

Nessun commento: