Translate

giovedì 17 marzo 2016

PVM a PIANOSOLO: Alexander Lonquich

Al concerto di Lonquich
Il concerto di Alexander Lonquich è all'insegna di Franz Schubert (1797-1828), che rappresenta anche il compositore che ha lanciato questo pianista, vincitore del Concorso Casagrande a lui dedicato. Si comincia con una Sonata non molto frequentata, la D 575 (op. Post. 147) in Si mggiore, che a me risulta essere la n. 9 ma sul programma del Regio è la n. 11... : Ascolta

Per la verità non una di quelle Sonate che lasciano il segno...

Teatro tristemente vuoto
 Il teatro è ahimè drammaticamente vuoto... e ancora ci si chiede come mai il Teatro Regio di Parma abbia prezzi così alti rispetto agli altri teatri della regione e come mai non attui politiche di avvicinamento per i giovani più efficaci (gli sconti per gli studenti del conservatorio sono quasi un segreto...), una pubblicità più mirata (non si vedono manifesti in giro per la città nè troppi flyers se non in teatro ove chi si reca è già un affezionato...


Si prosegue con i Momenti Musicali op. 94 D 780, Ascolta, uno dei quali suonato in un bis anche da Sokolov.


Antonio al concerto
La II parte del concerto è dedicata alla più famosa Sonata D 960 in Sib maggiore: Ascolta

GRAZIE PARMA PER PIANOSOLO. UN GRANDE LIVELLO!

Dedichiamo ora ad Alexander Lonquich, pianista tedesco nato a Trier.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Salve, mi saprebbe dire che pezzo ha suonato Lonquich come secondo bis nel concerto del 17 marzo al Regio?