Translate

martedì 14 giugno 2016

PVM a Corno Giovine: Pietro Montani non premia

Guido Scanoi con alcuni dei vincitori del Concorso
Chi era Pietro Montani (Corno Giovine 1895 - Milano 1967) Concertista di pianoforte, insegnò al conservatorio di Milano. Compose musiche sinfoniche, da camera, vocali e strumentali, pianistiche. E soprattutto si dedicò alla didattica e all'insegnamento. Il padre aveva iniziato alle discipline musicali i suoi quattro figli: Pasquale, Giuseppe, Oreste e il Montani. Pietro si avvicinò allo studio della musica sotto la guida del padre e del fratello Pasquale. A Milano frequentò il conservatorio nella classe di composizione di V. Frazzi e l’Università locale. Diplomatosi giovanissimo, intraprese subito una brillante carriera concertistica che lo portò a esibirsi nelle principali sale da concerto italiane e straniere. Nel 1920 ottenne la cattedra di pianoforte al conservatorio L. Cherubini di Firenze, dove insegnò per dodici anni tenendo anche corsi di direzione d’orchestra. Nel 1932 divenne docente al conservatorio di Milano, rilevando la cattedra di pianoforte tenuta da G. Frugatta per quasi quarant’anni. La sua esperienza di insegnante nel conservatorio milanese si concluse nel 1965

La chiesa di Corno Giovine (LODI)
Per questo è nato a Corno Giovine da qualche anno un concorso pianistico aperto a giovani studenti di tutte le età, caratterizzato da un clima non competitivo e da un'estrema serietà nell'organizzazione e svolgimento della "gara" che in realtà gara non è, perchè non si percepisce la tensione che caratterizza generalmente i concorsi pianistici. E' più che altro una giornata in cui i tanti ragazzi iscritti hanno la possibilità di suonare liberamente il loro programma (totalmente libero) di fronte ad una giuria composta da Signori musicisti provenienti anche dall'estero (quest'anno dalla Francia). Quest'anno si è tenuto il 12 giugno.


Passeggiando nei dintorni



Aspettando le premiazioni, si cammina nella natura...
Presidente della giuria, il Maestro Guido Scano, che ha anche portato 6 dei suoi allievi (è docente di Pianoforte principale al conservatorio Arrigo Boito di Parma), fatto strano perchè solitamente se il proprio docente è in giuria non si potrebbe partecipare o il docente dovrebbe perlomeno dichiaratamente astenersi dal giudicare i suoi allievi. Per tutti i ragazzi, premi "intelligenti" come borse di studio e concerti premio oltre alla possibilità, per alcuni di loro, possibilità che ci auguriamo vivamente vada in porto, di incidere inedite composizioni pianistiche di Pietro Montani.

PECCATO CHE NESSUNO DI QUESTI PREMI SIA STATO ELARGITO!!!!!!!!!!!

Per PVM, che ama esplorare luoghi anche poco conoscuti, un'occasione per conoscere questo piccolo paese, vicino al Po, in provincia di Lodi, accogliente, tranquillo, cordiale. Almeno questo... perchè i premi non si sono ancora visti dopo più di un anno!!!



Antonio al pianoforte

Nessun commento: