Translate

lunedì 6 febbraio 2017

PVM a Parma per Martha Argerich

Martha Argerich
Ci mancava proprio Lei, la Divina, la Pianista per eccellenza, Martha Argerich, riconosciuta all'unanimità la più grande pianista di sempre. Un'emozione essere riusciti ad averla proprio nella nostra Parma, che alla faccia di tutti i criticoni offre anche quest'anno una stagione musicale di altissimo livello.
Antonio aspetta Martha
Ieri sera ci ha incantato con questo difficilissimo III Concerto di Prokof'ev, che in questo video suonava ben 40 anni fa, ma è ancora lei. Stessa grinta, stessa naturlezza, stessa impressionante facilità. Vola sulla tastiera, è dentro la musica, dirige l'orchestra lei stessa...



Antonio era entusiasta, anche del concerto, che gli è piaciuto tantissimo. Io faccio più fatica con la musica russa... ma è questione di ignoranza e zero natura musicale. Inutile pretendere da se stessi ciò che oggettivamente non si può ottenere. Spesso sorrido quando si improvvisano grandi intenditori persone che non sanno nemmeno leggere un pentagramma.  Purtroppo la musica a scuola non si insegna più, a parte le canzoncine da zecchino d'oro e i concerti con legnetti, maracas, bonghi e movimenti del corpo. Peccato. Del resto non si insegna più nemmeno l'italiano... 


Nessun commento: