Translate

giovedì 3 maggio 2018

MORTARA: Borsa di Studio al Jazz Festival

Antonio davanti al Jazz festival
Mortara è una piccola cittadina in provincia di Pavia, famosa per il SALAME D'OCA (assaggiato, buonissimo! Vedi sotto) e per i buoni risotti, come tutta la zona, la LOMELLINA. Famosa per essere stata teatro di scontri all'epoca dei Longobardi.

« Quivi cader de’ Longobardi tanti,
e tanta fu quivi la strage loro,
che ‘l loco de la pugna gli abitanti
Mortara dapoi sempre nominoro
. »
(Ludovico Ariosto, I cinque canti - canto II, 88)

Da Mortara passa la via Francigena. 

Piazza del Municipio
« Evvi in Mortara in ripa del Molino
una locanda che si noma Becco
che lo palato sazia al contadino
con grasse oche e schietto vino secco
e pur sallama d'oca in mostra trovi
che dar di gola fa chiunque provi »
(Guido da Cozzo, 1300)
Ma la nostra visita a Mortara questa volta ha una ragione prima di tutto musicale. E' un piccolo viaggio musicale per davvero. Antonio con i suoi amici Amos e Nausicaa, di Brescia, sono infatti stati invitati dalla Signora Mara Pacini(nota al pubblico della musica come "Brunetta") al Mortara Jazz Festival 2018: 



Le prove del Trio all'Auditorium
Antonio, Amos e Nau si sono così messi alla prova con un genere diverso dal solito (tutti e tre suonano "classica") e hanno ottenuto una borsa di studio. Evviva! Ci siamo tutti molto divertiti e ricorderemo sempre questa bellissima esperienza, cominciata al Ristorante Cinese di Mortara e finita sul palco del Mortara Jazz Festival! Grazie MARA!!!

Giacomo e il leone cinese

Antonio e Nausicaa alle prese con le bacchette
La musica è sempre bella quando si sta insieme e quando si fa in allegria.

La tavolata al ristorante cinese

I salami d'oca....una prelibatezza rara!
A Mortara si tiene l'ultima domenica di settembre la "Sagra del salame d'oca" (dalla popolazione chiamata anche "Sagra dell'Oca"), con eventi che si svolgono durante tutta la seconda metà del mese e con un corteo storico seguito dal Palio disputato dalle sette contrade storiche. Ha luogo l'ultima domenica di settembre. Durante la sagra è possibile mangiare prodotti d'oca, tutti rigorosamente locali.

Teatro Vittorio Emanuele

La Targa che ha ricevuto Antonio

Articolo uscito sul giornale locale

Nessun commento: