Translate

martedì 5 giugno 2018

MILANO: Albrecht Dürer

Giacomo all'ingresso della mostra
Gita a Milano con Giacomo questa volta. Per ammirare i capolavori di Albrecht Dürer, in Mostra a Palazzo Reale. Auricolare per bambini: sì. Evviva, perchè aiuta tantissimo a gestire l'ora di visita per le mostre e, si spera, anche a immagazzinate qualcosa che possa poi trasformarsi in "vissuto positivo".  Purtroppo niente foto all'interno della mostra. Ma in fondo questo aiuta anche a concentrarsi di più su quanto di vede. http://www.mostradurer.it/

La mostra ci è piaciuta molto, incredibile la particolarità delle xilografie, gli esseri umani impiegavano il loro tempo in modo molto diverso da come facciamo noi ora. 

Pronto? Giacomo con l'Audioguida
 "La mostra intende proporre la grande figura di Albrecht Dürer, artista universale di Norimberga, che visse tra il 1471 ed il 1528, e che va considerato protagonista assoluto del Rinascimento tedesco ed europeo all’epoca della sua più alta espressione, attorno al 1500. La carriera di Albrecht Dürer, prolifico pittore, disegnatore, e – forse soprattutto – artista grafico, segna un momento di grande effervescenza in termini socio-economici, artistici, culturali ed intellettuali nella Germania meridionale (“Oberdeutschland”), ma anche un momento di massima apertura verso l’Europa, sia al Sud (Italia, soprattutto l’Italia settentrionale), sia al Nord (Paesi Bassi). Un periodo, questo, di rapporti reciproci sul piano visivo, intellettuale e culturale che coinvolge anche altri grandi protagonisti della scena artistica, tali, per fare alcuni nomi, Martin Schongauer, Lukas Cranach, Hans Baldung Grien dalla parte tedesca, Andrea Mantegna, Giovanni Bellini, Lorenzo Lotto, Giorgione, Leonardo da Vinci, Andrea Solario da quella italiana.
Ed è questo affascinante quadro di rapporti artistici che è l’altro grande tema della mostra." dal Sito

Joe alle prese con i tesori del Toro a Milano

Nessun commento: