Translate

mercoledì 13 giugno 2018

PARMA: Tosca al Regio

Giacomo con uno storico loggionista
Dall'Ape Musicale : "In scena, nell’allestimento del Teatro Regio ideato da Alberto Fassini e ripreso da Joseph Franconi Lee, con le scene e i costumi di William Orlandi e le luci di Roberto Venturi, Migran Agadzhanyan e Lorenzo Decaro(5 maggio) (Mario Cavaradossi), Francesco Landolfi e Angelo Veccia (5 maggio) (Il barone Scarpia) insieme a Luciano Leoni (Cesare Angelotti), Armando Gabba (Il sagrestano), Luca Casalin (Spoletta), Nicolò Ceriani (Sciarrone), Roberto Scandura (Un carceriere), Carla Cottini (Un pastore), diretti da Fabrizio Maria Carminati, sul podio dell’Orchestra Filarmonica Italiana, del Coro del Teatro Regio di Parma preparato da Martino Faggiani e del Coro di voci bianche della Corale Giuseppe Verdi di Parma preparato da Beniamina Carretta".
Giacomo e Joe
Siamo sempre in viaggio e spesso non riesco a star dietro ai nostri km musicali e non. Questo spettacolo lo abbiamo visto qualche tempo fa. Non una Tosca memorabile, ma sempre una Tosca, con la potenza di Puccini e la forza della drtammaturgia di Illica e Giacosa. illica, la cui casa siamo andati a visitare tempo fa a Castell'Arquato, in uno dei nostri primi viaggi: 
https://piccoliviaggimusicali.blogspot.com/2014/12/piccolo-viaggio-musicale-reale-casa-di.html
Ma che posto hai preso? Giacomo con disappunto.
Ho portato con me Giacomo questa volta, che è il vero amante delle storie più cruente. E Joe, che da Chesterfield ha così avuto modo di assaggiare l'Opera Italiana.

Applausi
La prossima sarà Attila, per il Festival Verdi, e mi ripropongo di ricominciare a raccontare le trame, per chi vuole arrivare a Teatro senza dover leggere il riassunto all'ultimo secondo e poi non capire un bel niente dall'inizio alla fine. 

Da lassù

Nessun commento: