Translate

sabato 9 marzo 2019

RAVENNA: Mikrokosmi

Antonio e Giacomo davanti alla locandina
Un week end nella "nostra" amata Ravenna, per un'occasione prettamente musicale: il concerto di Antonio presso la Sala Corelli del Teatro Alighieri per la rassegna di concerti Mikrokosmi, ideata e sostenuta con passione dai Maestri Nazareno Carusi e Barbara Valli. Il concerto è stata un'emozione unica che ricorderemo per tanto tempo. Ma nel blog non parlo di Antonio e delle sue performance, ma del nostro "viaggio" insieme e dell'esperienza umana che il viaggio ci lascia. Ricordi, diventa l'album dei miei ricordi. 


I programmi della rassegna, che mettiamo nel nostro archivio.


La sorpresa di trovare la locandina dell'evento in hotel...


Una "rinfrescata" alla Tomba di Dante...


Il volto di Arcangelo Corelli, cui è dedicata la sala in cui ha suonato Antonio. Considerato tra i più grandi compositori del barocco, fondamentale fu il suo contributo allo sviluppo della musica strumentale, e in particolare alla sonata a tre e a quella solistica, come pure del concerto grosso, che portò ad alti livelli di equilibrio e perfezione formale. Corelli nacque a Fusignano, in provincia di Ravenna nel 1653. 


L'emozione di uno Steinway gran coda tutto per sé per più di un'ora!...


La bellezza della sala che poi si è riempita! Il pubblico competente e caloroso. L'ospitalità generosa e davvero indimenticabile.


Il pranzo... dopo i concerti è bello mangiare tutti insieme in un ristorante del luogo. Per noi: i Passatelli di Ravenna... un dieci e lode e menzione!

Antonio prova la Sonata K284 di Mozart al conservatorio di Piacenza in vista del concerto ravennate: