Translate

lunedì 18 gennaio 2016

LA BIBBIA IN MUSICA (1) - La Creazione

Copertina del libro
Qualche anno fa era uscita con il Corriere della sera una collana di libri per bambini per raccontare loro le storie della Bibbia e del Vangelo. Ogni libro, illustrato magnificamente da artisti diversi, aveva allegato un CD AUDIO con la storia narrata da ascoltare. I libri sono meravigliosi e ai bambini le storie del Vecchio testamento, ma anche quelle del Nuovo, piacciono tantissimo. Sono, infatti, storie avventurose, movimentate, ricche di personaggi e situazioni anche sovrannaturali... i bambini impazziscono per questo genere di racconti. Abbiamo così iniziato a leggere insieme le Storie della Bibbia ogni sera e a guardare anche una serie di cartoni animati che ho trovato su you tube e che trovo molto ben fatti.

Michelangelo, La Creazione di Adamo, 1511, Cappella Sistina
Ovviamente si tratta di un "viaggio" lunghissimo, che richiederà un anno di lavoro o forse di più... e ho pensato anche di arricchirlo con una serie di esperienze musicali collegate ai racconti biblici. Ascolti non facili da proporre ai bambini, ma bastano anche solo pochi minuti, giusto per far comprendere loro quanto sia importante conoscere le storie bibliche perchè tutta l'Arte (ancor più quella figurativa) è colma di riferimenti ai personaggi della Bibbia e alle loro storie.

Michelangelo, La Creazione di Eva, 1510, Cappella Sistina
Andiamo con ordine... presenteremo il libro da cui partiamo, con il racconto della vicenda e le illustrazioni. Poi presenteremo il cartone animato riferito all'episodio, inseriremo le foto di qualche famoso quadro e, per finire, dedicheremo un Post alla musica sul tema e al musicista che l'ha composta... 

Michelangelo, Peccato originale e cacciata dal Paradiso, 1510
Cominciamo dalla Creazione e da Adamo ed Eva, abbinata a La Creazione di Joseph Haydn che potete cominciare ad ascoltare cliccndo qui: https://youtu.be/am5WE0QbLWY. Vol. 1 della raccolta "Storie della Bibbia", una storia raccontata da Paola Parazzoli, illustrata da Antonella Abbatiello e letta sul CD da Gianni Pincherle.

LA STORIA IN BREVE:
Dio creò il CIELO e la TERRA, ma tutto era ancora confuso e buio.
Dio creò la LUCE e separò il GIORNO dalla NOTTE.
Dio creò il CIELO che stava sopra le ACQUE e poi sull'ASCIUTTO.


Dio creò la VEGETAZIONE .
Dio creò il SOLE e la LUNA.



Dio creò le CREATURE D'ACQUA e DELL'ARIA (pesci e uccelli).



Dio creò gli ANIMALI TERRESTRI. 
Dio creò l'UOMO da un mucchio di polvere, a sua immagine e somiglianza: ADAMO, "colui che è fatto dalla polvere".
Dio lo pose in un meraviglioso giardino: l'EDEN, il paradiso, che vuol dire "giardino".
Nel giardino c'era l'ALBERO DELLA VITA e l'ALBERO DELLA CONOSCENZA DEL BENE E DEL MALE. Dio proibì ad Adamo di mangiare i frutti dell'albero della conoscenza. 


Adamo era solo. Non gli bastavano gli animali per fargli compagnia. 


Dio allora pensò di creare la donna e prese una COSTOLA da Adamo e da essa creò EVA, che significa "colei che dà vita". 
Adamo ed Eva erano nudi, ma non avevano freddo e non si vergognavano: erano innocenti e puri. 
Nell'Eden abitava anche il SERPENTE, il più astuto e falso degli animali.


Il serpente convince Eva a mangiare il frutto del bene e del male, le dice che se lo mangerà diventerà sapiente come Dio. Eva gli crede e disobbedisce a Dio. Poi convince Adamo a mangiarlo a sua volta.


Subito i due si accorgono di essere nudi e provano vergogna e si coprono con foglie di fico.

Albrecht Durer, Adamo ed Eva, 1507 (Madrid)
Raffaello, Adamo ed Eva, 1508 (Vaticano)
Dio si accorge del peccato compiuto e condanna il serpente a strisciare perterra tutta la vita. 

Masaccio, Cacciata di Adamo ed Eva, 1424 (Firenze)

Poi caccia Adamo ed Eva dall'Eden e dice ad Eva che dovrà soffrire nel partorire i suoi figli e ad Abramo cge dovrà sudare per lavorare la terra. E che entrambi torneranno nella polvere, da dove sono venuti. Questo è il castigo di Dio. 



Dio poi mise i suoi angeli a guardia dell'Eden con la loro spada di fuoco.

ECCO IL CARTONE ANIMATO: LA CREAZIONE. EPISODIO 1:

Nessun commento: