Translate

mercoledì 22 luglio 2015

Libro di lettura interattivo: La Cenerentola Vallardi



Sono molto felice di annunciare che lo splendido progetto "Le storie dall'opera" della Casa Editrice milanese Vallardi continua! E non solo con un nuovo volume cartaceo (dopo quello su Il Barbiere di Siviglia intitolato Figaro qua, Figaro là!) dedicato ad un'altra opera di Gioachino Rossini "La Cenerentola" (14 euro) scritto da Fiorella Colombo e Laura Di Biase www.recitarcantando.net con le illustrazioni questa volta di Patrizia La Porta, ma anche con un "Quaderno musicale" a completamento del I vol.  Figaro qua! Figaro là! (cui dedicheremo presto un Post tutto suo e a cui seguirà un Quaderno per Cenerentola) e un notevole arricchimento del sito internet che completa i volumi con attività interattive, proposte didattiche, ascolti e filmati: www.lestoriedallopera.it 

Il progetto "è nato per divulgare e far scoprire a bambini   e ragazzi il mondo dell'opera lirica, un mondo che non può e non deve essere ignorato e che ha ancora tanto da insegnare a tutti". Un progetto formato da tre parti che si integrano tra loro: libro illustrato, sito internet e quaderno musicale con CD allegato.


Il libro si presenta con veste grafica allegra e semplice, come deve essere un libro rivolto ai bambini. La prosa è scorrevole, il linguaggio semplice e attuale, spesso viene utilizzato il discorso diretto, suggerendo agli insegnanti la "strada" per trarre un copione da mettere in scena in classe. Lo stile delle illustrazioni di Patrizia La Porta www.illustratori.it/PatriziaLaPorta è quello tipico della fiaba.  

Dopo una breve divertente introduzione, si entra nel vivo del racconto. Ad ogni doppia pagina corrisponde, sul Sito, una sessione di ascolto/lavoro che rende la lettura "interattiva" o "multimediale" facilitando così la comprensione dell'"ooggetto opera" da parte dei bambini. È bene infatti che capiscano subito che l'Opera è un racconto di una storia (libretto), messa in scena (teatro), da attori-cantanti con la musica (cantanti/orchestra): è una forma d'arte che unisce tante discipline; una magia che si realizza solo attraverso la COLLABORAZIONE tra tante "arti", tra tante persone ognuna "specializzata" in qualcosa di particolare: cantanti che devono saper recitare, a volte ballerini e mimi, regista, costumista, tecnico delle luci, scenografo, Maestro del coro, coro, Direttore d'orchestra, Professori d'orchestra, e poi tecnici del palcoscenico che montano e smontano le scene, sarte che confezionano i costumi, truccatori, parrucchieri, direttori di sala, Maschere che indicano al pubblico dove sedersi... il teatro d'opera è come una grande città! MA una città dove è vietato litigare! Altrimenti salta tutto lo spettacolo!

Come ormai saprete (ne abbiamo abbondantemente parlato in tantissimi Post: Tutti i Post su cenerentola, clicca qui), la storia dell'opera La Cenerentola (libretto di Jacopo Ferretti e musica di Gioachino Rossini) si discosta da quella tradizionale di Perrault per una serie di aspetti, primo tra tutti l'assenza dell'elemento magico. Per non turbare eccessivamente i bambini di questa mancanza, nella Cenerentola scaligera cui abbiamo assistito quest'anno (Vedi recensione) era stato reintrodotto questo elemento nella figura di Alidoro che si era trasformato in un magico uccello parlante ed era stata reintrodotta anche la scarpetta al posto dell'originale braccialetto (creando qualche problema ai bambin che avevano studiato la trama così com'è nella versione di Jacopo Ferretti (autore del libretto). 

Le autrici di questo libro scelgono di mantenersi fedeli all'opera e personalmente apprezzo la loro scelta. 

Angelina (Cenerentola) vive nel palazzo di Don Magnifico (che è "la matrigna" della fiaba che tutti conoscete) con due sorellastre cattive, Clorinda e Tisbe, che la trattano come una schiava... lei si consola cantando "la solita canzone":  clicca qui per andare direttamente alla prima pagina interattiva: Una volta c'era un re

Cliccando le icone troverete diverse attività da svolgere:
1. La chiave di violino: ascolterete l'Aria cantata (e accompagnata al pianoforte) da Maria Silvana. Potrete seguirla con il testo che compare nella finestra. È utile per i bambini ascoltare l'aria cantata con voce non impostata liricamente. Questo "avvicina" l'aria a loro che la sentiranno come una "canzone" e la riconosceranno trovandola familiare anche nella versione "impostata".
2. La nota musicale: ascolterete solo la base al pianoforte e potrete utilizzare il testo dell'aria che compare nella finestra per cantarla (tipo Karaoke operistico!).
3. Le lettere ABC: ascolterete il RITMO dell'aria nella lettura "a tempo". Un utile esercizio per capire che i versi del libretto di un'opera lirica hanno già di per sé una loro musicalità, un loro RITMO, appunto e degli ACCENTI.
4. La telecamera: potrete vedere (e ascotare) l'aria in questione "on stage", cioè in un'interpretazione teatrale scelta tra le più significative che ci sono su You tube. 


Un giorno bussa alla porta un mendicante (in realtà Alidoro travestito per testare la bontà delle tre sorelle) e l'unica ad accoglierlo amorevolmente è Angelina, naturalmente. Alidoro riferirà tutto al Principe Ramiro, per conto del quale si era mosso per quella "missione". 

Il Principe decide di dare un gran ballo al Castello per scegliere la sua sposa e di invitare tutte le ragazze del regno. Al palazzo di Don Magnifico giunge un messo ad annunciare l'imminente arrivo del Principe... ascolta e fai le attività cliccando qui Figlie amabili di Don Magnifico

Le sorelle cominciano a litigare su chi sarà la più bella e svegliano il vecchio padre che ancora dormiva.... clicca qui per le attività e gli ascolti su Col cì cì col ciù ciù


Entra intanto nella casa uno scudiero (in realtà il Principe travestito da scudiero Dandini)... Angelina si imbatte in lui e tra i due sboccia l'amore a prima vista! Ascolta e gioca con Un soave non so che...


Si ode uno squillo di trombe: entra il Principe (in realtà lo scudiero Dandini travestito! = siamo di fronte al tipico SCAMBIO D'ABITO della commedia!) ad annunciare il ballo e l'aria che canta lo scudiero atteggiandosi da principe è davvero divertente! Ascoltala e cantala cliccando qui: Come un'ape nei giorni d'aprile



Le due sorelle fanno di tutto per farsi notare dal (finto)Principe. Don Magnifico, intanto, vieta a Cenerentola di andare al ballo, perché è una serva. 

Mentre le sorelle sono già al ballo e Cenerentola è sola a casa, giunge Alidoro che dà a Cenerentola un bell'abito per la festa e una carrozza per recarsi a palazzo.

Intanto a Palazzo i due travestiti stanno ancora "testando" le due sorelle... e nessuna delle due piace al Principe! Ascolta qui: Zitto, zitto, piano piano 


All'improvviso entra a Palazzo una nuova fanciulla velata, la più bella di tutte, che somiglia incredibilmente ad Angelina (infatti è lei! ma nessuno lo sa!). Ah se velata ancor...

Dandini, intanto, travestito ancora da Principe, si rivela per quello che è a Don Magnifico che resta di sasso... (è questa una delle scene più esilaranti dell'opera!): Un segreto d'importanza...


Angelina balla con tutti i cavalieri della sala, ma lei sente amore solo per colui che crede essere lo scudiero del Principe (ma in realtà è il principe). Angelina lascia la festa solo dopo aver dato allo scudiero/Principe un braccialetto: "Ora dovete cercarmi... avrò addosso lo stesso bracciale"... E il Principe giura a se stesso di ritrovarla: Ascolta la famosa Aria con 9 DO cantata da Juan Diego Florez:





E così si torna nel vecchio e malandato palazzo di Don Magnifico... il Principe va in cerca di Cenerentola per tutto il regno sulla sua carrozza ed ecco che scoppia un temporale e la carrozza si ribalta proprio davanti al palazzo di Don Magnifico. Il Principe, tornato nei suoi panni, entra a palazzo tra la sorpresa generale di tutti: una bella confusione! Lo scudiero che entra come Principe accompagnato dall'ex Principe tornato scudiero, in cerca di una principessa con un bracciale uguale al suo, che in realtà è una serva che non era alla festa (almeno così credevano tutti....) un bel GARBUGLIO! Un.... NODO AVVILUPPATO (nel video il filmato di cui avevamo parlato in questo Post: Opéra Imaginaire


Finalmente poi i due innamorati si riconoscono e si dichiarano il loro amore e vivranno felici e contenti... e Cenerentola è così buona che perdona sorelle e patrigno!

E il libro finisce con una bella immagine di un Gatto Maestro! Nel libro troverete ancora più disegni e link con cui divertirvi alla scoperta dell'opera. Alla Scala il prossimo anno la Cenerentola per bambini verrà replicata: questi materiali sono perfetti per arrivare a teatro preparatissimi e godersi al meglio lo spettacolo!



Nessun commento: