Translate

giovedì 8 gennaio 2015

Rigoletto (4a) - La donna è mobile

La famosa aria del Duca di Mantova nei fumetti di Mafalda

E' forse una delle arie più famose di tutto il teatro d'opera e merita un Post (anzi due) tutto dedicato. Si tratta dell'Aria del tenore, il Duca di Mantova, La donna è mobile.

Collochiamo l'aria nella trama dell'opera, che ormai conoscerete alla perfezione.

Siamo nell'ultimo atto. Gilda è stata già rapita e restituita al padre Rigoletto. Rigoletto vuole cercare di far capire a sua figlia la vera natura del Duca di Mantova, del quale lei è perdutamente e ingenuamente innamorata. Intanto, medita una pesante vendetta contro il suo padrone: vuole farlo uccidere dal sicario Sparafucile, pagando 20 denari.

Ma, prima, porta Gilda alla locanda di Sparafucile, ove spesso il Duca si reca per trascorrere ore liete in compagnia della sorella del sicario, Maddalena, e bevendo fiumi di vino.

E' in questa situazione che il Duca canta la sua filosofia e la sua opinione (discutibile) sulla leggerezza delle donne:

La donna è mobile
qual piuma al vento,
muta d'accento e di pensiero.
Sempre un amabile
leggiadro viso,
in pianto o in riso, è menzognero.
È sempre misero
chi a lei s'affida,
chi le confida mal cauto il core!
Pur mai non sentesi
felice appieno
chi su quel seno non liba amore!



E ora vediamo l'aria utilizzata nell'animazione:

Un brevissimo film d'animazione francese di Fred Bayle, con la voce di Rolando Villanzon, tenore messicano:




Estratto da Rigoletto per Opera Vox di Barry Purves (1993) che vedremo integralmente tra qualche Post:

Nessun commento: