Translate

domenica 29 marzo 2015

Le 4 Stagioni (2): Il brutto anatroccolo musicale

Anatroccolo collage
Ancora una volta grazie alle attività svolte nella Scuola Materna San Giuseppe di Parma, ho scoperto questo delizioso suggerimento per un LABORATORIO "TEATRARGIOCANDO", con la musica delle 4 Stagioni di Antonio Vivaldi associata alla popolare fiaba di Hans Christian Andersen "Il brutto anatroccolo"
Noi abbiamo arricchito il laboratorio con una fase creativa: l'anatroccolo collage, come vedete dalla foto che apre questo Post, sempre ispirandoci ai lavoretti della Maestra Susy.

Copertina del libro
Ma procediamo con ordine. Per illustrare la storia utilizzeremo la fiaba nell'edizione de "Le grandi fiabe" del Corriere della sera, uscite abbinate al qotidiano nel 2005, ma che trovate anche in libreria o in molte biblioteche. Qui a Parma il libro c'è alla Biblioteca Alice, interna al Parco Ducale. Le illustrazioni sono Francesca Chessa

Per la storia narrata, invece, utilizzo il testo elaborato da Paola Coppini, che lavora con l'Associazione teatrale "Vieniteloracconto". 

Le tracce musicali sono, ovviamente, dalle 4 Stagioni di Antonio Vivaldi. Ho modificato leggermente le indicazioni dell'originale.

Ecco la nostra fiaba musicale illustrata e recitata.

L'anatra con i piccoli
La campagna era di una meravigliosa bellezza. C'era là un vecchio castello con torri alte e torri più basse, vicino a quel castello abitavano le anatre che stavano covando le uova per far nascere i loro piccoli. (I bambini fanno le anatre che covano).
Un'anatra aveva fatto davvero tante uova; erano giorni e giorni che le covava e si capiva che era giunto il momento in cui si sarebbero aperte. Ed ecco che, piano piano, si aprirono. (I bambini mimano l'azione dello schiudersi delle uova).


Anatroccoli al bagno
Fra loro c'era un anatrino bruttino con le penne nere e marroni e per niente aggraziato... ma era bello stare al mondo e gli anatrini cominciarono contenti a camminare. (I bambini camminano vivacemente).

TRACCIA 2: Autunno, Allegro

Il triste anatroccolo nella notte
Ma nessuno accettava quel brutto anatrino. Tutti lo cacciavano e lui diventò triste e sconsolato. (I bambini camminano in modo triste, lentamente).

TRACCIA 3: Primavera, Largo

L'anatroccolo scappa
Stanco, andò a letto. La mattina con il suono della sveglia si alzò lentamente e subito gli venne un'idea: sarebbe andato lontano per cercare altri amici. Gli sembrò una così bella idea che il suo passo era veloce. (I bambini mimano l'azione dello svegliarsi e di camminare allegramente).

TRACCIA 4: Autunno, Allegro

Arrivato ad uno stagno vide delle anatre, ma, per paura di essere preso in giro, stette a guardare e si lasciò cullare dal vento che piegava le canne in riva al lago. (I bambini mimano il dondolio delle canne al vento).


L'anatroccolo di fronte a un cane cattivo
Ma ecco che quella quiete fu interrotta dai cacciatori che volevano uccidere le anatre con il fucile. (I bambini imitano i cattivi cacciatori coi fucili).

TRACCIA 6: Estate, Presto

Meglio scappare, pensò l'anatrino e vedendo una casa decise di rifugiarsi. La casa era abitata da un gatto e da una gallina che faceva uova d'oro. Volevano convincere l'anatroccolo a comportarsi come loro. (I bambini imitano il gatto e la gallina).

TRACCIA 7: Primavera, Allegro

L'anatrino pensò che era meglio andare via e tornare in campagna. Ma in campagna stava arrivando l'autunno e le foglie cadevano dagli alberi. (I bambini imitano con le manine le foglie che cadono).

TRACCIA 8: Autunno, Adagio molto

Cigni in volo in autunno
Alzando gli occhi vide delle creature bellissime che si alzavano in volo e restò incantato a guardare. (I bambini imitano uccelli che volano).


Ma dopo l'autunno arrivò l'inverno e tutto diventò ghiaccio e neve. (I bambini fanno l'azione dei brividi di freddo e della gioia della neve che cade).

TRACCIA 10: Inverno, Allegro non molto

Poi l'inverno cominciò a passare... il sole era sempre più alto nel cielo. (I bambini mimano l'innalzarsi del sole da una posizione accovacciata ad una estesa a braccia aperte).

TRACCIA 11: Inverno, Largo

Diventa cigno
Con il ritorno del sole, l'anatrino sentì che le sue disavventure lo avevano fatto diventare grande. Non aveva più paura che lo prendessero in giro. Proprio da questa sua determinazione iniziò il cambiamento. Il suo collo si allungò e le penne e le piume cambiarono colore. Stava diventando un bellissimo cigno. (I bambini fingono di trasformarsi in cigni). 

TRACCIA 12: Inverno, Allegro

Felice nel laghetto
Così ci fu una gran festa nelle acque del laghetto e il cigno fu salutato con gioia da grandi e piccini. (I bambini salutano e fanno festa).

TRACCIA 13: Primavera, Allegro


Il disegno iniziale
Realizzazione dell'anatroccolo:

Occorrente:
- un foglio di cartoncino robusto colorato
- colla Vinavil
- riso
- pastina
- una pasta grande per fare l'occhio
- farina di mais gialla
- paprika
- brillantini blu per l'acqua
- tanta pazienza!

Giacomo al lavoro
Procedimento:
Disegnate sul cartoncino un anatroccolo e fatelo "colorare" con la tecnica del collage, utilizzando gli ingredienti che vi ho suggerito opppure altri, che inventerete voi. Mandateci i vostri risultati!!!

Preso dall'entusiasmo, Giacomo ha realizzato, tutto da solo, anche il gatto:

Il gatto di Giacomo
E ora, per concludere questo Post sul Brutto anatroccolo, non poteva mancare il cartone animato, che è anche musicale e poetico. Walt Disney 1939, un capolavoro!

Nessun commento: